Levomepromazina

Da Wikifarmaco.
Avvertenze.png
Le informazioni qui riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. Questa voce ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico: leggi le avvertenze.
Clicca su "►" per espandere:

SPECIALITÀ[modifica]

STRUTTURA[modifica]

Levomepromazina.jpg

MECCANISMO D’AZIONE[modifica]

la levomepromazina, è un farmaco antipsicotico tipico (neurolettico) derivato fenotiazinico. La Levomepromazina come le altre fenotiazine con catena laterale alifatica: promazina (Talofen) e clorpromazina (Largactil), ha elevata attività anti-H1, anti-alfa1 e anticolinergica ma agisce poco sul sistema dopaminergico ed è quindi un neurolettici a bassa potenza.

INDICAZIONI[modifica]

  • Trattamento delle schizofrenie, degli stati paranoidi e della mania
  • Trattamento dei dolori intensi generalmente in associazione con analgesici oppioidi.
  • Singhiozzo incoercibile
  • Sindromi mentali organiche accompagnate da delirio

CONTROINDICAZIONI[modifica]

POSOLOGIA[modifica]

La dose giornaliera iniziale consigliata è di 25 mg sino a tre volte al giorno, da aumentare gradualmente e secondo giudizio clinico sino ad un massimo di 300 mg al giorno.

Anziani: Considerare un'eventuale riduzione dei dosaggi valutando il rapporto rischio/beneficio.

AVVERTENZE[modifica]

INTERAZIONI[modifica]

EFFETTI COLLATERALI[modifica]

LINK CORRELATI[modifica]

  • [[]]