Fesoterodina

Da Wikifarmaco.
Avvertenze.png
Le informazioni qui riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. Questa voce ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico: leggi le avvertenze.
Clicca su "►" per espandere:

SPECIALITÀ[modifica]

STRUTTURA[modifica]

Fesoterodina.jpg

MECCANISMO D’AZIONE[modifica]

la Fesoterodina è un profarmaco che viene rapidamente idrolizzato da esterasi plasmatiche al suo metabolita attivo il 5-idrossimetil tolterodina ad azione antimuscarinica, che agisce bloccando i recettori muscarinici presenti nella vescica riducendo le contrazioni del detrusore responsabili dei sintomi come l'urgenza e l'incontinenza urinaria.

INDICAZIONI[modifica]

Trattamento della sindrome della vescica iperattiva con sintomi di aumento della frequenza urinaria, urgenza e incontinenza urinaria.

Le caratteristiche della sindrome della vescica iperattiva sono l’improvviso e irrefrenabile bisogno di Urinare associato a un aumento della frequenza delle minzioni al giorno, con o senza perdita involontaria di urina. E’ causato da una contrazione spasmo involontaria (spasmo) del muscolo detrusore, che normalmente permette le contrazioni della vescica e lo svuotamento dell'urina.

CONTROINDICAZIONI[modifica]

  • Ipersensibilità alla Fesoterodina
  • Ritenzione urinaria
  • Ritenzione gastrica
  • Glaucoma ad angolo chiuso non controllato
  • Miastenia grave
  • Insufficienza epatica grave (Child Pugh C)
  • Uso concomitante di inibitori potenti del CYP3A4 in soggetti con insufficienza epatica o renale da moderata a grave. Si tratta di medicinali quali itraconazolo (utilizzato nel trattamento delle infezioni micotiche), atazanavir, indinavir, nelfinavir, ritonavir e saquinavir (medicinali utilizzati nei pazienti affetti da HIV), claritromicina e telitromicina (antibiotici) nonché nefazodone (usato per trattare la depressione).
  • Colite ulcerosa grave
  • Colon ingrandito.

POSOLOGIA[modifica]

La dose iniziale raccomandata è di 4 mg una volta al giorno. In base alla risposta individuale ed alla tollerabilità, la dose può essere aumentata a 8 mg una volta al giorno.

AVVERTENZE[modifica]

  • Angioedema: angioedema del viso, labbra, lingua, e/o della laringe è stato segnalato con fesoterodina. I alcuni casi si è verificato dopo la prima dose. Se si manifesta angioedema, deve essere interrotto il trattamento con fesoterodina e deve essere prontamente instaurata una terapia appropriata.
  • Utilizzare con cautela in pazienti con ostruzione clinicamente significativa del deflusso vescicale a rischio di ritenzione urinaria (ad es. ingrossamento della prostata clinicamente significativo dovuto a iperplasia prostatica benigna.
  • Fesoterodina come altri farmaci antimuscarinici, deve essere usata con cautela nei pazienti con ridotta motilità gastrointestinale , come quelli con grave Stitichezza.
  • Fesoterodina altera lievemente la capacità di guidare veicoli o di usare macchinari. Si deve usare cautela durante la guida di veicoli o l’uso di macchinari perché potrebbero verificarsi effetti indesiderati come visione offuscata, capogiro e sonnolenza
  • Glaucoma ad angolo stretto controllato: Usare con cautela in pazienti in trattamento per il glaucoma ad angolo stretto e solo se i potenziali benefici superano i rischi

INTERAZIONI[modifica]

  • La Fesoterodina può ridurre l’effetto dei farmaci stimolatori della motilità dell’apparato gastrointestinale, quali la metoclopramide.
  • Fesoterodina viene metabolizzata dall’isoenzima CYP3A4:
    • Inibitori potenti del CYP3A4, come ketoconazolo, itraconazolo e claritromicina aumentano i livelli del farmaco, in questo caso la dose giornaliera di Fesoterodina non deve superare i 4 mg.
    • L’uso concomitante di induttori del CYP3A4 (ad es. carbamazepina, rifampicina, fenobarbital, fenitoina, erba di S. Giovanni) non è raccomandato

EFFETTI COLLATERALI[modifica]

per effetto delle proprietà farmacologiche di fesoterodina, il trattamento può indurre effetti antimuscarinici da lievi a moderati, quali secchezza della bocca (28,8%), secchezza oculare, dispepsia e stipsi. Episodi di ritenzione urinaria possono verificarsi con una frequenza non comune.

LINK CORRELATI[modifica]

Parasimpaticolitici
Antimuscarinici‎ Antiasmatici/Broncopneumopatia cronica ostruttiva Ipratropio   Oxitropio
Broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) Aclidinio bromuro   Glicopirronio bromuro   Tiotropio
Antichinetosici‎ Scopolamina
Incontinenza urinaria‎ Fesoterodina   Ossibutinina   Propiverina   Solifenacina   Tolterodina   Trospium
Uso oftalmico Atropina   Ciclopentolato   Omatropina   Omatropina   Tropicamide
Spasmolitici‎ Cimetropio bromuro   Clidinio bromuro   Mebeverina   Octatropina metilbromuro   Otilonio bromuro   Pipetanato   Propantelina   Rociverina   Scopolamina-N-butilbromuro
Antiparkinsoniani Biperidene   Bornaprina   Metixene   Orfenadrina   Triesifenidile