Lanreotide

Da Wikifarmaco.
Avvertenze.png
Le informazioni qui riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. Questa voce ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico: leggi le avvertenze.
Clicca su "►" per espandere:

SPECIALITÀ[modifica]

STRUTTURA[modifica]

Lanreotide.jpg

MECCANISMO D’AZIONE[modifica]

Il Lanreotide è un analogo sintetico della somatostatina, un ormone polipeptidico prodotto dall'ipotalamo che blocca il rilascio di molteplici ormoni, tra cui l'ormone della crescita GH, l'insulina, il glucagone, il TSH, la gastrina e possiede anche un effetto antiproliferativo sui tumori neuroendocrini.

La somatostatina e i suoi analoghi agiscono legando i recettori della somatostatina che sono di solito espressi nei tumori carcinoidi. Il Lanreotide rispetto alla somatostatina ha un emivita molto più lunga.

INDICAZIONI[modifica]

  • Trattamento dell'acromegalia nei pazienti in attesa di intervento chirurgico o qualora la secrezione dell'ormone della crescita (GH) non risulti normalizzata in seguito ad intervento chirurgico o radioterapia
  • Trattamento dei sintomi clinici dei tumori neuroendocrini, legati alla produzione ormonale del tumore [adenomi ipofisari, tumori endocrini del pancreas (insulinomi, gastrinomi, glucagonomi, vipomi), carcinoma midollare della tiroide e carcinoidi intestinali]

CONTROINDICAZIONI[modifica]

Ipersensibilità al farmaco

POSOLOGIA[modifica]

Controllare il foglietto illustrativo

AVVERTENZE[modifica]

  • Puo’ ridurre la motilità della colecisti e portare alla formazione di calcoli biliari
  • Monitorare la glicemia (Il Lanreotide inibisce la secrezione dell’insulina e del glucagone)
  • Monitorare la funzionalità tiroidea quando clinicamente indicato (Il Lanreotide inibisce la secrezione di TSH e potrebbe quindi diminuire la funzionalità tiroidea)
  • Il lanreotide può portare ad una diminuzione della frequenza cardiaca (Prestare attenzione nei pazienti bradicardici)

INTERAZIONI[modifica]

EFFETTI COLLATERALI[modifica]

Più comuni: Disturbi gastrointestinali (Diarrea e dolore addominale), colelitiasi (spesso asintomatica) e dolore ed indurimento al sito di iniezione.

LINK CORRELATI[modifica]