Estradiolo/Nomegestrolo

Da Wikifarmaco.
Avvertenze.png
Le informazioni qui riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. Questa voce ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico: leggi le avvertenze.
Clicca su "►" per espandere:
Clicca su "►" per espandere:

SPECIALITÀ[modifica]

ESTRADIOLO / NOMEGESTROLO

  • Naemis 24CPR divise in: 10 cpr rosa 1,5 mg estradiolo e 14 cpr bianche 1,5mg estradiolo + 3,75 mg di nomegestrolo acetato monografia
  • Zoely 24CPR 1,5MG+2,5MG + 4 CPR RIV PLACEBO monografia

STRUTTURA[modifica]

MECCANISMO D’AZIONE[modifica]

Naemis e Zoely contegono entrambi l'Estradiolo chiamato anche 17 ß-estradiolo, identico all'estradiolo naturale prodotto dal corpo femminile.

L’estradiolo nella pillola anticoncezionale Zoely viene impiegato in associazione di un progestinico, il Nomegestrolo per bloccare l’ovulazione

Il ciclo mestruale e’ regolato dalla funzione dell’asse ipotalamo-ipofisi e ovaio.

A livello dell’ipotalamo viene rilasciato in modo pulsatile il GnRH. Questo agisce sull’ipofisi inducendo la produzione ed il rilascio, sempre in modo pulsatile, delle gonadotropine (FSH ed LH), le quali vanno poi a stimolare la funzione delle ovaie:

L’FSH regola la crescita e la maturazione dei follicoli ovarici e la produzione di estrogeni da parte delle cellule della teca follicolare.

L’LH stimola la produzione di progesterone e Il pico di L’LH a meta’ ciclo stimola l'ovulazione.

La somministrazione dell’Estradiolo insieme ad un progestinico garantisce la contraccezione inibendo per un fenomeno di feedback negativo il rilascio del GnRH ipotalamico e di conseguenza anche delle gonadotropine ipofisarie prevenendo quindi il picco di LH fondamentale per l’ovulazione.

La presenza del progestinico nella pillola contraccettiva Zoely serve, oltre a mantenere l’effetto di inibizione sulla liberazione dell’LH, a rendere il muco cervicale piu’ denso impedendo il passaggio degli spermatozoi nell’utero e l’endometrio inadatto all’annidamento embrionale.


Nella Pillola Naemis invece, l'Estradiolo serve per compensare la perdita di produzione di estrogeni in menopausa, alleviando i disturbi che possono avere alcune donne, come vampate di calore a viso, collo e petto, secchezza, prurito e bruciore a livello vaginale e una perdita della massa ossea.

Nella pillola Naemis, l’aggiunta di un progestinico, il Nomegestrolo aiuta a ridurre il rischio di iperplasia endometriale estrogeno-indotta per riduzione del numero dei recettori estrogenici nucleari.

INDICAZIONI[modifica]

  • Naemis: Trattamento di breve durata dei sintomi della menopausa , quali vampate di calore, sudorazione, disturbi del sonno, secchezza, prurito e bruciore a livello vaginale.
  • Zoely: Contraccezione orale

CONTROINDICAZIONI[modifica]

  • Presenza o sospetto di avere un tumore maligno la cui crescita è sensibile agli estrogeni (tumore al seno o all'endometrio)
  • Precedente episodio di trombosi, infarto o ictus
  • Ipertrigliceridemia grave
  • Ipertensione grave
  • Porfiria
  • Grave insufficienza epatica o renale
  • Sanguinamento vaginale
  • Iperplasia dell'endometrio

POSOLOGIA[modifica]

  • Naemis:Una compressa al giorno prima le rosa che contengono solo estradiolo , poi le bianche che contegono sia estradiolo che Nomegestrolo , preferibilmente sempre alla stessa ora per 24 giorni, seguiti di 4 giorni di pausa. La durata del trattamento, deve essere la più breve possibile.


  • Zoely: Assumere a partire dal primo giorno delle mestruazioni una compressa al giorno per 28 giorni, l’assunzione della confezione successiva va ripresa il giorno dopo l’ultima compressa della confezione precedente.

AVVERTENZE[modifica]

INTERAZIONI[modifica]

EFFETTI COLLATERALI[modifica]

  • Tensione, ipertrofia mammaria e rischio di tumore al seno
  • Ingrossamento dei fibromi uterini
  • Acne
  • Nausea, vomito e gonfiore addominale
  • Ritenzione idrica, edema e aumento ponderale
  • Cefalea
  • Depressione e nervosismo
  • Riduzione della libido
  • Aumentato rischio di tromboembolia(trombosi venosa profonda e embolia polmonare), questo rischio aumenta con l'età, nelle donne che fumano e che soffrono di ipertensione.
  • Perdite ematiche dall’utero
  • Iperplasia endometriale e rischio di carcinoma dell’endometrio
  • Rischio di carcinoma ovarico
  • Rischio di ictus
  • Ipertensione
  • Aumento dei trigliceridi con rischio di pancreatite.